Va bene allenarsi mentre sei malato?

In effetti, alcuni esperti di salute ritengono che intraprendere un esercizio fisico di intensità moderata possa effettivamente aiutarti a superare il raffreddore. "Se sei leggermente malato, [stare] attivo promuoverà la tua funzione immunitaria e ti aiuterà a dormire meglio", osserva il dottor Wayne Stokes, un esperto di medicina sportiva presso il Langone Medical Center della New York University.

Tuttavia, Idalis Velazquez, un personal trainer certificato con sede in Florida, afferma che le persone dovrebbero riconoscere e rispettare i propri limiti fisici mentre combattono un raffreddore. "Quando ho un lieve raffreddore o un naso chiuso ... non mi spingo o non pongo alcuna richiesta più alta sul mio corpo durante quelle sessioni", dice Velazquez. "Lo considero un giorno di recupero attivo e dico ai miei clienti di fare lo stesso."

Velazquez aggiunge che le persone che soffrono di raffreddore dovrebbero anche considerare di saltare la palestra, evitando così la diffusione della loro malattia. Il dott. Michael P. Angarone, un assistente professore alla Feinberg School of Medicine della Northwestern University, dice che i germi hanno maggiori probabilità di diffondersi durante i primi tre giorni di raffreddore. Quindi, se senti un raffreddore in arrivo, mantieni i tuoi allenamenti limitati a casa o fai jogging all'esterno.

Naturalmente, nessun esperto di salute raccomanda l'esercizio per le persone che si occupano di un problema più serio, come un disturbo di stomaco o un'influenza febbrile. Se la tua malattia comporta diarrea o vomito, un allenamento - indipendentemente dall'intensità - potrebbe peggiorare le tue condizioni.

Il Dr. Stokes dice che è una cattiva idea allenarsi se la febbre è di 101 gradi o più, poiché questo potrebbe aumentare il rischio di sviluppare una condizione cardiaca nota come miocardite, che in casi estremi può portare a morte improvvisa. "Non è comune, ma è possibile e una buona ragione per non spingere te stesso", ha detto Stokes.